Siti amici :      L i n k s        F o r u m        Web Directory       LucaDea       Funghi      Caccia&Tordi
                          Orticoltura      Plac2005 Directory      WebRicette      Nonno Giorgio      Musica.midi
   Rubriche :       H o m e          WebMaster        Meteo            Chat            Guestbook         Fotografie  




Pagine di pesca


  Anguille   Cavedani   Cefali   Gronghi   Murene   Mormore   Occhiate   Polpi   Salpe   Saraghi

Pagine di funghi


  Ovoli
  Vesce


Pagine di caccia


  Fucili

Pagine di orticoltura





Google Analictys

WWW.sartorio.it: web directory
caccia al cinghiale
ItaliaPuntoNet - La tua pagina iniziale GrandePadre.com
Vota questo Sito
in Sullarete.it

Segnalato in:
 www.giovani.it


un bel motore italiano. iscriviti gratis

directoryplac2005 - scambio links


Nonno Giorgio

Nonno Giorgio
     


Il Polpo - (Octopus vulgaris) a Roma e dintorni

Ŕ un mollusco che vive un po' dappertutto, da pochi centimetri d'acqua a qualche decina di metri di profonditÓ, in scogliere sommerse, dighe frangiflutti, interno dei porti. E' perseguitato per le sue, a mio parere, ottime carni . polpo - notare il mimetismo Le ore del primo mattino e del tramonto, sembrano le pi¨ redditizie, anche se ho catturato polpi in tutte le ore del giorno e in tutte le stagioni.

Insidio questo animale, da terra, con un attrezzo formato da una canna di bamb¨ (di 4 mt.)in due sezioni (a incastro) per poter pescare a una certa distanza dagli scogli. La sezione di punta ha un occhiello, in cui faccio passare un cordino, lungo una ventina di braccia, che porto avvolto nella mano che regge la canna. Il terminale Ŕ costituito da una lenza dello 0.80 e un piombo, in basso, di 50 gr. A circa un palmo prima del piombo lego una "pelosa", un granchio di scoglio, o una zampa di gallina o un pezzo di lardo con tanto di cotica. Lancio le esche a qualche metro di distanza e, una volta raggiunto il fondo, recupero piano cercando di percepire l'appesantirsi del tutto dovuto al modo particolare del polpo quando attacca l'esca. E' una pesca da specialisti. A parte i rischi di incagli del piombo negli scogli del fondale, ci son quelli relativi al modo di mangiare del polpo polpo a Santa Marinella RM che cerca di trascinare l'esca nella tana per poterla gustare con calma proprio mentre si cerca di portarlo a pelo d'acqua e guadinarlo. E' un gioco di pazienza e di abilitÓ in cui molto spesso Ŕ il nostro amico ad avere la meglio. In serate negative, e con polpi che sanno leggere e scrivere, alla faccia della sportivitÓ, io come terminale adopero la "polpara" (un piombo tronco-conico munito di una corona di ami) con le stesse esche: infatti, quando il polpo le attacca, Ŕ pi¨ probabile che resti allamato e, quindi, pi¨ facile salparlo.

 
© all right reserved - GiorgioMuscas WebMaster in Roma - Italy
E' vietata la riproduzione, anche parziale, dei testi e delle foto contenuti nel sito. L'autorizzazione pu˛ essere richiesta tramite      e-m@il      e viene concessa solo in presenza di link a      http://pesca45.altervista.org      nel sito che utilizza il presente materiale.